«Io nella lista Falciani per poche palanche»

Anche il nome di Ennio Brao, imprenditore in pensione di Pramaggiore (Venezia), oggi residente nella cittadina pordenonese di Pravisdomini, compare nella lista di Hervé Falciani, ex dipendente della banca Hsbc. Brao, nato e cresciuto a Pramaggiore, ha iniziato a lavorare come mezzadro nei possedimenti dei conti di Porcia. Dopo essersi stabilito a Pravisdomini, al confine con il Veneto, ha gestito con il fratello un bar, per poi cimentatarsi nel business dei mobili, fondando la Friulcornici, azienda dichiarata fallita due settimane fa.

«A quell’epoca – spiega Brao a Il Mattino – era il 2000, svolgevo attività di rappresentanza all’estero per la mia azienda. Avevo dei contatti e mi serviva, per questioni logistiche, depositare quattro “palanche” (“pochi spiccioli”, ndr) in Svizzera». Così Brao ha depositato 10 mila euro, riportati in Italia poco dopo. Nella lista Falciani il suo conto risulta privo di denaro. «Quando sono arrivati gli agenti della Guardia di Finanza», ha aggiunto Brao, «ho spiegato loro che potevano controllare dappertutto. Io ero sicuro di non avere alcuna pendenza con il Fisco italiano», conclude l’ex imprenditore.