Venezia, galani e fritole di Carnevale

A Venezia il Carnevale vuol dire anche tripudio di dolci. Dalle frittelle alle chiacchere, per chi passa la domenica in laguna, ecco alcune ghiottonerie da non perdere.

Innanzitutto, le fritole veneziane di Rizzardini, in campiello dei Meloni (a San Polo), per gustare un prodotto ricco di storia. Le fritole, infatti, venivano prodotte esclusivamente dai fritoleri che nel ‘600 si costituirono in associazione, ciascuno con una propria zona dove poter esercitare in esclusiva l’attività commerciale e con la garanzia di passare il banco in eredità ai propri figli.

Da assaggiare anche la cioccolata dello storico Caffè Florian. Scura, profumata e fumante, con o senza panna, questa cioccolata calda è considerata una delle più buone del mondo. Anche per la vista su Piazza San Marco e le sue maschere.

Infine, sottili come un foglio, croccanti e adagiati su vassoietti di cartone, sono i galani di Colussi, blasonata pasticceria molto fedele alla tradizione.

 

Tags: , ,

Leggi anche questo