Vicenza, corrente staccata ai nomadi

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

«Avevamo detto che avremmo interrotto l’erogazione di energia elettrica e così abbiamo fatto. Si tratta di una decisione che abbiamo adottato con fermezza per garantire uguaglianza: come più volte abbiamo ripetuto, le stesse regole devono valere per tutti i cittadini».  È il commento del sindaco di Vicenza Achille Variati al termine delle operazioni per il distacco dell’energia elettrica al campo nomadi di via Cricoli avvenute questa mattina fra le proteste della comunità. Da ora in avanti l’erogazione dell’energia dipenderà unicamente dalla stipula da parte di ogni nucleo familiare di singoli contratti individuali per le singole utenze.

Attualmente nessun nucleo familiare dei nomadi ha stipulato un contratto singolo e quindi non è stata attivata alcuna utenza e il campo è attualmente senza elettricità. Ma a cinque utenze è stato permesso di continuare ad usufruire del servizio per una settimana ancora a causa della presenza di un’anziana gravemente malata, un bambino disabile e neonati che potrebbero trovarsi in situazione di potenziale rischio senza elettricità e riscaldamento. «Il Comune con sensibilità e attenzione ha monitorato le fragilità all’interno del campo – conclude il sindaco Variati – ma un’eventuale assistenza può essere data solo con i criteri applicati anche per tutti gli altri casi di fragilità in città».

Tags: , , ,

Leggi anche questo