Mafia Capitale, da Asolo pagamenti a coop

Nuovo filone di indagini in relazione alla bancarotta fraudolenta della “Tredici Decimi Srl” di Asolo per valutare gli elementi che legherebbero l’azienda della Marca ad alcune cooperative coinvolte nell’inchiesta su Mafia Capitale.

Dall’analisi dei pagamenti effettuati dalla Tredici Decimi sono emersi pagamenti effettuati ad alcune cooperative specializzate nel settore delle pulizie. Due elementi hanno convinto gli investigatori ad approfondire il caso: il fatto, che fossero stati effettivamente corrisposti circa 120.000 euro di pagamenti, nonostante l’azienda di Asolo fosse specializzata nel non pagare i fornitori, a fronte di un servizio effettivamente non realizzato da parte delle cooperative.

La cooperativa coinvolta è la Eriches 29, Consorzio al cui vertice c’era Salvatore Buzzi, considerato il braccio destro di Massimo Carminati, ex esponente della Banda della Magliana, ora custodito nel carcere di Parma.