Immigrati, Christus Rex contesta Pizziol

Il rappresentante del Circolo cattolico tradizionalista Christus Rex, Cristian Rossettini, ha guidato ieri un «rosario di riparazione» in lingua latina per «chiedere perdono a Dio ed alla Madonna dell’intenzione sacrilega» di monsignor Beniamino Pizziol, vescovo di Vicenza, di concedere il Santuario di Monte Berico e altre chiese cittadine al bivacco degli immigrati.

Oltre 1.000 volantini sono stati distribuiti fuori dal Santuario da una delegazione di una decina di rappresentanti di Christus Rex, vicini all’ex sacerdote negazionista trevigiano Floriano Abrahamowicz. «Christus Rex è pronto alla mobilitazione, qualora il vescovo Pizziol mettesse in pratica quanto già annunciato – ha detto il responsabile del movimento, Matteo Castagna – a difesa della sacralità dei nostri luoghi di culto, già di per sé occupati da eretici modernisti che hanno abbandonato la Fede Cattolica, per evitare anche l’offesa di una eventuale profanazione modello “bivacco” da parte di chicchessia».