Venezia, centri sociali “sigillano” Bankitalia

Passamontagna arcobaleno e e impermeabili azzurri, un centinaio di  contro l’austerity. Stamattina a Venezia un centinaio di attivisti dei centri sociali del nord-est hanno bloccato gli accessi all’edificio della Banca d’Italia, impedendone l’accesso a chiunque. I manifestanti indossavano dei passamontagna arcobaleno uno dei simboli storici del movimento no global. La protesta si inserisce nel quadro del movimento contro l’austerity e la “troika” che guarda anche all’esperienza greca con il governo di Alexis Tsipras.

«Prima le persone poi le banche», è lo slogan del movimento, privo di confini geografici, che si misurerà con la piazza con una manifestazione più ampia proprio il 18 marzo a Francoforte quando verrà inaugurata la nuova sede della Banca d’Italia. «Da un lato, manifestiamo il rifiuto del rigore e dell’austerità della troika – si legge su Global Project – dall’altro, desideriamo così ridisegnare l’Europa in una cornice inclusiva, realmente democratica e sociale, dal basso».

 

Tags: ,