Treviso, Comune approva ronde cittadini

Il Comune di Treviso sta preparando un progetto di sicurezza partecipata, con l’approvazione del ministero dell’Interno e della prefettura, per cercare di normare le sempre più frequenti “ronde” di cittadini che si organizzano per monitorare il loro territorio. Si chiamerà «controllo del vicinato» ed è stato adottato a Lucca da qualche tempo.

«Un intervento efficace, tempestivo e legittimato, più delle ronde – commenta sul Corriere del Veneto il vicesindaco e assessore alla sicurezza Roberto Grigoletto -. La minoranza sta facendo campagna elettorale su questo tema, anche dopo le risposte date in consiglio comunale alla seduta tematica. Il problema c’è stato in passato e ci sarà, ma noi cerchiamo di affrontarlo per contenere il numero di reati, furti e rapine a Treviso».

Il cittadino-controllore sarà in contatto con la polizia locale, e segnalerà movimenti sospetti o reati in corso. Non potranno intervenire, ma resteranno in costante contatto con la centrale. «Il progetto che lanceremo coinvolge realmente i cittadini» spiega Grigoletto, superarando il «fa-da-te» delle ronde online lanciate con clamore nei mesi scorsi.

Tags: ,