Influenza, record di 38 decessi in Veneto

influenza
Gli effetti dell’influenza invernale in Veneto devono essere aggiornati: venerdì 6 marzo si è registrato il 38esimo decesso. «Mai negli ultimi dieci anni era stato raggiunto un record tanto negativo: il problema è che un’iniezione fa più paura della malattia», fanno sapere dalla Regione. Parte così una grande campagna di comunicazione a favore della vaccinazione. A lanciarla, l’Usl 7 di Conegliano Veneto (TV) all’interno di un piano di revisione degli esami di prevenzione, come il Pap test (che presto sarà restituito dal nuovo Hpv).
«Non si era mai verificata una mortalità così alta – ha osservato Francesca Russo, dirigente regionale dell’Igiene e sanità pubblica intervistato dal Corriere del Veneto – oltretutto con un’età media tutt’altro che elevata, visto che è attestata sui 64 anni. Purtroppo è stata persa la percezione del rischio delle malattie, che invece continuano a proliferare». All’iniziativa avviata dall’Usl 7 si affianca anche l’apertura del sito www.vaccinarsinveneto.org.