Col Margherita (Bl), Cnr studia mercurio nell’aria

Sul Col Margherita, a pochi minuti di funivia dal passo San Pellegrino, gli scienziati del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr) e dell’università Ca’ Foscari di Venezia stanno studiando la presenza di mercurio nell’aria. Infatti, la particolare posizione e altitudine del sito, le dinamiche di circolazione delle masse d’aria, e la purezza dell’aria stessa fanno sì che la stazione di rilevamento, inserita nel 2011 nella rete Global Mercury Observation System (la prima rete mondiale di monitoraggio del mercurio) possa determinare i valori medi del mercurio presente nella troposfera.

Il mercurio, metallo volatile tra i più tossici e persistenti, rappresenta una seria minaccia per la qualità degli ecosistemi e per la salute degli stessi esseri viventi. Attività antropiche come l’astrazione dell’oro, la combustione del carbone e lo smaltimento dei rifiuti, disperdono questo elemento nell’atmosfera contaminandola. Proprio in ragione della sua volatilità, viene trasportato fin nelle regioni più remote dove può depositarsi e venire così rilevato ed analizzato.