Venezia, Casson stravince primarie Pd

Felice Casson, senatore del Partito democratico ed ex magistrato nell’inchiesta sul petrolchimico di Marghera, si è aggiudicato la vittoria delle primarie per il candidato sindaco del centrosinistra di Venezia grazie a 7.168 voti, il  55,62% dei votanti. Nicola Pellicani, giornalista della Nuova Venezia, ha raccolto 3.147 consensi, pari al 24,42% mentre l’avvocato Jacopo Molina si è fermato al 19,9% con 2.573 voti.

In totale si sono recati alle primarie 12.888 elettori. «Con il centrosinistra unito – ha commentato Casson festeggiando la vittoria – non c’è spazio per il centrodestra ancora alla ricerca di un candidato, è un risultato molto buono per ampiezza e omogeneità tra le varie zone, figlio del bisogno di mettersi al lavoro per le comunali di maggio». «Voglio mandare a casa il Pd macchiato dagli scandali – aggiunge – Per Venezia scatta l’ora-zero, siamo in una situazione complicata per le conseguenze dell’inchiesta Mose e il pesante buco di bilancio del Comune. Bisogna coinvolgere le segreteria nazionali dei partiti e il governo perché una città come Venezia, lo specchio del Paese nel mondo, non può essere abbandonata».