Conegliano, prof umiliato: studenti pentiti

«Il nostro è un istituto serio. E quello che è successo è un episodio molto grave che abbiamo subito condannato». A dirlo sulle pagine del Corriere del Veneto sono gli stessi ragazzi della scuola superiore di Conegliano dove nel novembre 2014 un insegnante è stato vittima di un grave atto di bullismo da parte di un gruppo di suoi allievi, che dopo averlo sbeffeggiato e deriso, gli hanno svuotato addosso un cestino della carta mentre impotente e rassegnato, abbandonava l’aula. La scena, è stata ripresa con i telefonini e con il tempo è poi diventata di dominio pubblico.

«Ci dispiace molto che questa vicenda sia venuta fuori adesso, perché il professore non c’è più. Non meritava quel trattamento – si rammarica uno studente – Quei ragazzi che hanno fatto quelle cose al professore sono una minoranza. E sono stati puniti. Non solo dalla scuola, anche noi grandi gli abbiamo fatto capire che così non ci si comporta». Interviene sul caso anche Michela Gallina, del sindacato Gilda: «Purtroppo gli insegnanti denunciano sempre più spesso problemi di questo tipo. E alla scuola non restano che i provvedimenti disciplinari, la sospensione e l’espulsione. Ma secondo me, queste sono solo azioni di difesa, di un’istituzione che non sa come risolvere il problema».

 

Tags: ,