Edilizia veneta, crollo investimenti e nuove case

Un’indagine di Edilcassa e Unioncamere Veneto ha rilevato come il mercato delle costruzioni tra il 2008 e il 2014, abbia perso in Veneto oltre un quarto del mercato e nella nuova costruzione il 50% degli investimenti. Nel 2014 il settore ha perso il 5,9% degli investimenti rispetto al 2013, con un calo del 13,7% nella nuova costruzione bilanciata parzialmente dalla crescita del 3,3% del mercato del recupero residenziale, unico dato positivo, dovuto in gran parte alle opportunità del piano casa e dagli incentivi fiscali per le ristrutturazioni e la riqualificazione energetica degli edifici

Per Virginio Piva, presidente Edilcassa Veneto «la riduzione delle erogazioni dei prestiti alle famiglie e soprattutto alle imprese sta limitando le volontà di investimento, che in questo settore ci sono e sono reali se aiutate, come nel caso degli incentivi fiscali e del piano casa. Serve – osserva – un vero impegno del settore bancario e finanziario, in questi anni aiutato dall’Europa a stabilizzarsi ma che non aiuta le nostre imprese». Il suo vice, Salvatore Federico, ricorda che il settore ha perso oltre 40mila lavoratori: «bisogna quindi aiutare non solo il settore a riprendersi, ma anche pensare a sistemi di inclusione sociale e di aiuto immediato, a utilizzare in modo adeguato i fondi europei per la formazione che a breve saranno a disposizione, per avviare percorsi adeguati di reinserimento lavorativo».

Tags: