Albettone (Vi), rimossa segnaletica anti-rom

Sono arrivati ad Albettone già nella serata di giovedì, i carabinieri di Campiglia dei Berici, per rimuovere il cartello di «divieto di sosta ai nomadi» innalzato il giorno prima dal sindaco Joe Formaggio, che ha firmato l’ordinanza per bandire rom e sinti dal paeseL’ordine è arrivato dalla procura, dopo che già nella mattinata di ieri il procuratore di Vicenza aveva detto che avrebbe valutato gli estremi per aprire un’inchiesta, «Da come i fatti vengono descritti sui giornali – aveva detto al Corriere del Veneto -, si potrebbero ipotizzare i reati di abuso d’ufficio, istigazione all’odio razziale e pure diffamazione».

Nel frattempo si è mosso anche l’ufficio nazionale anti discriminazioni razziali, che dipende direttamente dalla presidenza del Consiglio dei Ministri, che ha aperto un’istruttoria che dovrà accertare se l’iniziativa del sindaco Joe Formaggio sia di stampo prettamente razzista.  «Sono deluso e arrabbiato, non finisce qui, la gente sta dalla mia parte» ha detto il sindaco al Corriere, dopo aver ricevuto anche la solidarietà di Luca Zaia, per cui Formaggio è candidato alle prossime regionali nella sua lista civica.