Treviso, Muraro con Tosi? Ultimatum Lega

Continuano i dissidi interni alla Lega, questa volta all’interno del Carroccio trevigiano, dove è scoppiato un bel putiferio. «Noi rispettiamo la campagna elettorale – aveva attaccato ieri Flavio Tosi – non come sembra voler fare la Lega di Treviso che minaccia di far cadere la giunta provinciale se Muraro sarà al mio fianco». Il segretario provinciale Dimitri Coin, però, interpellato dal Corriere di Treviso, smentisce questa lettura: «non mandiamo a casa le nostre amministrazioni. In ogni caso è Muraro stesso che ha minacciato i suoi assessori dicendo che se si candideranno toglierà loro le deleghe».

Il bivio a cui si trova il presidente della provincia di Treviso lo costringerà presto ad una scelta visto che mancano solo dieci giorni alla presentazione dei simboli.  La Lega lo ha escluso dalle proprie liste per la Regione, e la mossa sembra indicativa, ma contro Muraro non sono mai stati presi provvedimenti. «E non ce ne saranno – assicura Coin -. La Lega non farà mancare la maggioranza a Muraro, piuttosto dica lui cosa intende fare se sarà eletto, perché dovrebbe dimettersi. In quel caso sarebbe lui a mettere in difficoltà la maggioranza. Noi vogliamo onorare un impegno preso con i cittadini alle elezioni. Noi non cacciamo nessuno e non mandiamo a casa le nostre amministrazioni, ma Muraro prenda una posizione e scelga fra Zaia e Tosi».