Riecco Boffo: «mi candido in Veneto e sostengo Tosi»

Dino Boffo torna sulla scena e si candida per le Regionali in Veneto nela lista di Area Popolare, che appoggia come candidato Flavio Tosi. Boffo, noto giornalista nato ad Asolo, direttore del quotidiano Avvenire dal 1994 al 2009, quando si dimise perché travolto del sistema diffamatorio che poi prenderà il nome di “metodo Boffo”, è stato poi direttore della rete televisiva Tv 2000. Ieri ha annunciato la sua decisione in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera.

«Ho ricevuto una richiesta convergente tra territorio e vertici dei partiti – ha spiegato durante l’intervista -. Mi butto in un impegno che non voglio circoscrivere alla tornata elettorale ma tenere anzi aperto. Vorrei fare l’animatore culturale e politico di questa area. In Veneto c’è il “qui e ora” della politica italiana: qui c’è la spaccatura della Lega anzitutto sui contenuti, sull’interpretazione della realtà e sul modo di rapportarsi alla popolazione; qui si sta anche fatalmente prosciugando Forza Italia che non mi pare compattamente entusiasta di seguire Salvini e Zaia. Ecco, da qui si può contribuire a rimodellare lo scenario del centrodestra o dell’area moderata centrale, che vuole star fuori dalle ventose vorticose dei due Mattei».