Mose, conclusione lavori slitta al 2018

La data ufficiale è giugno 2017. A causa dei ritardi accumulati negli ultimi mesi, la conclusione effettiva dei lavori del Mose slitterà molto probabilmente al 2018. Lo rende noto il direttore del Consorzio Venezia Nuova, Hermes Redi, alla Nuova Venezia: «i ritardi ci sono effettivamente stati perché non è stato possibile bandire nuove gare d’appalto per le opere perché non vi era la certezza della disponibilità dei finanziamenti. Già da giugno dovremmo essere in grado di bandire le nuove gare. I fondi per le opere sulla carta ci sono tutti, ma il punto è proprio averne l’effettiva disponibilità o evitare, come già accaduto, che vengano stornati in altre direzioni».

L’ingegner Redi dichiara di aver avuto rassicurazioni in questo senso direttamente dal Ministero delle Infrastrutture. Il Def (Documento economico finanziario) prevede lo stanziamento degli ultimi 221 milioni (5 miliardi e 400 milioni il costo totale) necessari alla finalizzazione della grande opera. I lavori del Mose sono completati all’85 per cento: le 39 paratoie che saranno installate alla bocca di Lido sono in fase di collaudo e sono in fase di ultimazione le 20 per la bocca di Malamocco e le 18 di Chioggia.