Ance, presentate 436 opere per Veneto

Ance (Associazione nazionale costruttori) ha presentato e consegnato al governo una piattaforma di opere rapidamente cantierabili. Si tratta de “La carica dei 5mila cantieri per far ripartire l’Italia” un piano che prevede per il Veneto 436 progetti (8% del totale) per un importo di circa 160 milioni di euro. In testa alle segnalazioni ci sono interventi su edifici scolastici (27%), opere di riqualificazione urbana (19%), manutenzione delle strade (11%) e mobilità urbana (10%).

«Con questo piano è possibile centrare un doppio obiettivo – ha detto il presidente di Ance Veneto Giovanni Stralmistrari – soddisfare le esigenze dei cittadini e svolgere un immediato ruolo anticiclico. Buona parte degli interventi segnalati sono, infatti, già in avanzato stato progettuale, quindi pronti a diventare cantieri in tempi rapidissimi, dando un impulso positivo all’economia e al lavoro del nostro territorio». Nel decreto legge che dovrebbe recepire il piano dei cantieri si chiedono interventi per garantire più certezza e responsabilità nell’esecuzione dei lavori. Tra le richieste, l’eliminazione dell’offerta economicamente più vantaggiosa (maxi ribasso) per i piccoli appalti (sotto i 2,5 milioni) e la sua limitazione, fino a 5 milioni, ai soli lavori complessi, la determinazione della soglia di anomalia per sorteggio solo dopo la presentazione dell’offerta; più controlli e responsabilità attraverso il ritorno alla figura dell’ingegnere capo.

Tags: ,

Leggi anche questo