Vicenza, Apindustria: ordinativi non crescono

La strada della ripresa economica è ancora in salita per le piccole e medie imprese. A confermarlo è un’indagine condotta da Apindustria Confimi Vicenza tra i propri associati, che hanno dichiarato come, nel complesso, il fatturato e gli ordinativi degli ultimi mesi non siano in crescita rispetto allo scorso anno. Dai risultati emerge che nel 45% dei casi le prestazioni sono rimaste invariate, per il 29% si registrano aumenti e per il 26% numeri al ribasso.

Nonostante una buona parte delle aziende registri comunque tendenze positive, solo il 21% degli imprenditori avverte segnali concreti dell’uscita dalla crisi, di fronte ad un 76% che vede ancora il buio davanti a sé. Dalle risposte degli associati di Api Vicenza emerge che una boccata d’ossigeno è arrivata invece dalla rivalutazione del dollaro sull’euro, che ha favorito le esportazioni verso Stati Uniti e altri paesi extra Ue per il 36% delle aziende. La crisi tra Russia e Ucraina sta penalizzando il 35% degli imprenditori, che nel 61% dei casi rilevano anche una forte concorrenza per il loro prodotto.

Tags: ,

Leggi anche questo