Venezia, approvato schema rendiconto 2014

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Il commissario straordinario del Comune di Venezia, Vittorio Zappalorto, ha approvato ieri lo schema di rendiconto dell’anno 2014. Il documento evidenza un saldo positivo della gestione corrente di competenza dell’anno 2014 pari a 14.286.584,35 euro. Questo saldo positivo della gestione corrente non è però sufficiente a compensare il disavanzo di amministrazione al 31 dicembre 2014 pari a 72.757.557,03 euro che deriva dai nuovi criteri di contabilità dei comuni e in particolare all’adeguamento del fondo crediti di dubbia esigibilità ai nuovi criteri contabili. Inoltre sono emersi 5.000.000 di euro di debiti derivanti da sentenze dell’autorità giudiziaria recentemente emesse e 14.000.000 di euro di acquisizioni di beni e servizi che in precedenza non avevano trovato evidenza contabile.

Questo disavanzo di amministrazione comporterà l’accantonamento nell’anno 2015 di circa 2,5 milioni di euro mentre i 19 milioni di debiti fuori bilancio saranno recuperati in tre anni sulla base di accordi da sottoscrivere con i soggetti creditori costituiti quasi esclusivamente da società partecipate e controllate dall’Amministrazione Comunale. In conseguenza al disavanzo di amministrazione oggi certificato nel rendiconto 2014 adottato, scattano gli obblighi che impongono al Comune di Venezia di impegnare e pagare solamente spese obbligatorie o derivanti da impegni contrattuali già assunti e perfezionati. Ogni altra spesa non potrà essere impegnata fino all’approvazione del bilancio 2015 che dovrà essere in equilibrio. contabile.

Tags: ,

Leggi anche questo