Regionali, salta una lista di Zaia

Non sono mancate sorprese ieri alla consegna delle liste per le prossime Regionali in Veneto. La lista degli amministratori di Luca Zaia che avrebbe dovuto godere del “collegamento” col gruppo “Zaia presidente” è stata bloccata dallo stesso candidato per problemi giuridici: “Zaia presidente” aveva già legittimato la lista omonima. «Non voglio finire come Cota in Piemonte», ha detto al Corriere del Veneto il governatore uscente preoccupato per un alto rischio di ricorsi.

Gli aspiranti governatori rimasti in pista sono 6: Luca Zaia (centrodestra) e Alessandra Moretti (centrosinistra) sostenuti da 5 liste civiche ciascuno; Flavio Tosi (con 6 liste civiche di centro); Jacopo Berti (Movimento 5 Stelle); Alessio Morosin (Indipendenza Veneta) e Laura Di Lucia Coletti (Altro Veneto-Ora Possiamo, sinistra). La settima candidatura, quella di Sebastiano Sartori (Forza Nuova, destra), al momento è sospesa dai giudici che hanno ritenuto irregolari quasi 500 firme in suo favore, ammettendone solamente 3.269, sotto la soglia minima di 3.500.