Bionerd, la scienziata che mostra Chernobyl

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Bionerd, nome d’arte di un’anonima scienziata, è una giovane impegnata a dimostrare che Chernobyl non è più così pericolosa come l’opinione comune continua a ritenere. A 29 anni dal dramma dello scoppio della centrale nucleare che ha terrorizzato anche il territorio veneto (ricordate che si evitava di acquistare il latte e la verdura perchè si temeva una contaminazione?), Bionerd ha realizzato una serie di documentari su Youtube in cui, in virtù delle sue competenze come ricercatrice, racconta la storia dell’impianto e sottolinea quanto al momento il sito non sia più un’area così a rischio, nonostante la zona sia stata dichiarata, a fine anni ’80, inaccessibile agli esseri umani per i prossimi 20.000 anni.

La coraggiosa studiosa, che è rimasta all’interno del sito contaminato per lungo tempo, ha spiegato che i livelli di radiazione di Chernobyl oggi sono inferiori rispetto a quelli a cui siamo esposti durante una visita medica o durante una nuotata nell’oceano senza schermo protettivo. La sua “impresa scientifica” è stata ripresa dai maggiori quotidiani europei e getta una luce di speranza per gli abitanti dei dintorni dell’impianto, che per anni sono rimasti isolati e sono stati colpiti dai terribili postumi dello scoppio.

 

Tags:

Leggi anche questo