Luxottica, ricavi record primo trimestre

Nel primo trimestre Luxottica ha registrato un utile netto di 210 milioni (+34% rispetto allo stesso periodo del del 2104) con ricavi adjusted a quota 2,25 miliardi (+22%, +7,2% a cambi costanti), un record storico. Una parte di questo boom è dovuto anche alla crescita del dollaro (con il gruppo molto forte sul mercato americano), ma tutti i fondamentali sono in forte rialzo. La generazione di cassa è stata di 38 milioni (dopo il pagamento di oneri fiscali straordinari per 29 milioni) e il debito è a quota 1.005 milioni. Entrambe le divisioni hanno contribuito con risultati in accelerazione rispetto all’intero 2014: il fatturato è cresciuto del 16,8% nella divisione wholesale e del 26,4% in quella retail (in quest’ultima in termini adjusted). Il risultato operativo è cresciuto del 33% a 358 milioni, con un’espansione del margine di 120 punti base.

Il Nord America ha segnato un fatturato adjusted in crescita del 29% a cambi correnti, in Europa dell’8,5%. La crescita in Asia-Pacifico (+19% a cambi correnti) è stata trainata da Cina, India e Sudest asiatico, il cui fatturato è cresciuto più del 30%. I ricavi di LensCrafters in Cina continuano a crescere a doppia cifra. Entrambe le divisioni hanno contribuito alla crescita a cambi correnti del fatturato del 22% in America Latina: il Brasile, uno dei principali mercati wholesale per il gruppo, ha registrato una crescita complessiva del 18%.

«Stiamo sondando il mercato, stiamo avendo colloqui: potrebbero esserci acquisizioni in 6-12 mesi»,  hanno dichiarato gli amministratori delegati di Luxottica, Adil Khan e Massimo Vian. «Possiamo raggiungere i nostri obiettivi con una crescita organica, ma abbiamo un’ottima posizione di cassa e potremmo anche utilizzarla per acquisizioni strategiche e di qualità», aggiungono confermando che l’attenzione è soprattutto sui «mercati emergenti».

Tags: , ,

Leggi anche questo