Migranti, Tosi: «Zaia fa demagogia»

tosi

«E’ inutile che Zaia faccia demagogia protestando oggi per “l’invasione” di profughi dal Nord Africa in Veneto: l’errore lo ha fatto la Regione il 10 luglio dell’anno scorso accettando, in sede di conferenza Stato-Regioni, le modalità proposte dal Governo per la loro distribuzione sul territorio nazionale, ivi compreso il Veneto». Lo sostiene Flavio Tosi, candidato alle regionali in Veneto. «A questo punto le soluzioni realistiche sono due, senza fare slogan demagogici che non risolvono nulla: la prima è far sì che chi è già ospite da noi invece di bighellonare per le strade inutilmente debba gratuitamente compiere lavori per i Comuni rendendosi utili alle comunità che li ospitano».

«La seconda – continua il sindaco di Verona -, dato che sono decine di milioni in Africa le persone che potrebbero voler fuggire da guerre, dittature e miseria, è questa: poiché sembra difficile che l’Italia da sola abbia la forza per riuscire a stabilizzare la situazione politica in Libia, concedere permessi umanitari a tutti i profughi che vengono soccorsi e sbarcati nel nostro Paese». Poiché tali permessi consentono al profugo di girare liberamente per l’Europa, «questo potrebbe far sì che l’Unione Europea, diventando materialmente partecipe della gravità del problema – conclude – si decida, avendone la forza, a compiere scelte politiche e militari che trattengano l’enorme massa di profughi sul territorio africano».

Tags:

Leggi anche questo