Venezia, appello degli stagionali al governo

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Gli albergatori veneti, tramite Federalberghi, hanno chiesto una mediazione del governo per far sì che i tagli agli stagionali non dissanguino i lavoratori indiscriminatamente una volta che l’alta stagione sarà finita. Un tempo, infatti, chi lavorava per i sei mesi di alta stagione aveva diritto ad altrettanti mesi di disoccupazione invernale. Oggi, dopo che per anni lo strumento delle indennità è stato spesso utilizzato in maniera non lecita, anziché ai canonici sei mesi i lavoratori stagionali avranno diritto solo a tre mesi di disoccupazione garantita. Lo stesso avverrà per chi svolgeva servizio per quattro mesi di alta stagione: si vedrà dimezzata l’indennità di disoccupazione.

«Ci siamo interessati come è normale che sia -, spiega il presidente di Federalberghi Veneto, Marco Michielli, alla Nuova Venezia – perché ci possa essere una mediazione. Ma è chiaro che con il dimezzamento annunciato e in attesa di eventuali deroghe, ci saranno comunque, prima o poi, radicali cambiamenti per gli stagionali». «L’impatto delle nuove riforme è sicuramente altissimo – ha spiegato invece Danilo Lunardelli, ex sindaco di Jesolo – e credo che una soluzione mediana almeno per quest’anno sarebbe opportuna anche per evitare scossoni eccessivi da una stagione all’altra».

Tags: ,

Leggi anche questo