#NoDietDay, stop ossessione dieta

Oggi è il #NoDietDay, una giornata per dire basta all’ossessione del peso e della dieta, magari mangiando una bella pizza ricca o un piatto di pasta saporito. L’idea di questo evento è nata nel 1992 grazie a Mary Evans Young, fondatrice dell’associazione “Diet Breakers” ed ex malata di anoressia. Gli obiettivi di questa giornata è la sensibilizzazione sulle discriminazioni fatte a persone in sovrappeso, l’accettazione del proprio peso e del proprio corpo e la consapevolezza del danno e della pericolosità di fare diete drastiche senza controllo medico. La Young spiega «ho deciso di passare all’azione dopo aver saputo che una ragazza di 15 anni si era suicidata dopo essere stata presa in giro perché grassa».

L’ossessione per la dieta non ha età: basti pensare che il 30% delle bambine tra 10 e 14 anni è stata a dieta pur avendo un peso normale. Quindi no a diete e ossessioni nocive e si a vita più sana e alimentazione salutare. Per esempio, lo sapevi che basta bere una bibita zuccherata in meno al giorno per diminuire di un terzo il rischio di diabete? Oppure, per chi fa un lavoro sedentario, alzarsi per due minuti ogni ora diminuisce di un terzo il rischio di morte.