Gruppo Tosoni, Saira cerca nuovi investitori

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Dopo la decisione del governo dello scorso marzo di entrare, tramite la società Simest spa, nel capitale di Saira Europe, sub-holding del Gruppo industriale Tosoni specializzata nella produzione legata al settore dei trasporti, i dirigenti della società di Villafranca (Verona) sono alla ricerca di altre partnership strategiche per completare un complesso processo di recupero di competitività nei mercati internazionali. Saira Europe comprende oggi le tre società Saira Components, Saira Electronics, Saira Seats, oltre a Saira Asia Interiors in India, e raggiunge un valore della produzione di 100 milioni di euro occupando un totale di 433 dipendenti, di cui 200Verona.

«Siamo coscienti che i mercati internazionali richiedono una struttura patrimoniale più forte – ha speigato Bruno Tosoni, presidente del gruppo -, l’intervento di Simest non è sufficiente per poter dare la giusta dimensione al progetto mondiale che stiamo portando avanti: servirebbe anche un supporto regionale, attraverso, ad esempio, Veneto Sviluppo, società che promuove la crescita economica del territorio». Non c’è solo la speranza di investimenti pubblici, esiste anche quella, forse più fondata, di un interesse di gruppi industriali esteri nell’investire nella società, che vanta un portafoglio ordini da 130 milioni di euro.

Tags: ,

Leggi anche questo