Benati & co, photoshop mon amour

Dura la vita se sei una star del web, tra party, sfilate, mille selfie, filtri di Instagram per rendere le foto migliori e pure photoshop. Ebbene sì, pure le web influencer cedono al desiderio di farsi un ritocchino usando abilmente qualche programma di fotoritocco. Smussa di qua, allunga di là, schiarisci questo e ingrossa quello, capita che ad un evento le incontri e manco le riconosci e le saluti dicendo «ma  sei  veramente  tu?». Photoshop lo usano ormai tutti, per non  parlare delle App come Facetune o altre che in poche mosse ti permettono di allungare le gambe, appiattire una pancetta da bevitrice di birra, fianchi e rendere le labbra più carnose alla Nina Moric.

Alcune dive del web, ma anche la mia vicina di casa, conoscono bene queste app e si ritoccano. Passano pomeriggi interi a spianarsi il viso, fare i denti più bianchi e a togliere le occhiaie. Insomma, non c’è limite al falso. Capita così che vai a buttare la spazzatura e ti trovi la vicina di casa e pensi  «Madonna mia che brutta».

Mi sono capitate sotto gli occhi due foto della stessa persona e mi sembravano totalmente diverse, sto parlando di Nima Benati, giovane fotografa ma già di grandissimo successo, famosa proprio per il suo uso esagerato di photoshop nelle campagne pubblicitarie da lei realizzate. A quanto pare non riesce a fare a meno di usarlo anche sulle sue di foto su Instagram e bam. Putroppo però se  sei in un luogo pubblico mentre ti scatti una foto, un’altra persona potrebbe farti lo stesso scatto e quindi il paragone è inevitabile. Di esempi ce ne sono una marea, non se la prenda a male Nima che bella lo è già e potrebbe pure accettarsi con le  sue gambe un po’ in carne, invece di strizzarle. D’altronde lo fanno anche gli altri, perché non dovrebbe farlo pure lei?

Queste web influencer, come dice il nome stesso, hanno una grande influenza sulle giovani ragazze che vorrebbero assomigliare a loro per stile ma anche fisicamente. Ma in fondo nessuno è perfetto e non c’è nulla di sbagliato nel non esserlo. Se volete smascherarle poi basta essere molto attenti ai dettagli, dietro di loro c’è sempre un muro o una porta o qualcosa che cambia aspetto e sembra liquefarsi, perché facendo rientrare un pancino ovviamente quello che ci sta attorno inevitabilmente si modifica. Quindi direi, occhio a quello che vedete e se proprio volete trovare un modello da imitare, cercate di vederlo prima dal vivo, senza photoshop. Io non vorrei mai prendere come icona di stile qualcuno che nella realtà manco ci assomiglia a quell’immagine con miglia di cuoricini e like.