Padova, Bo perde 100 mila euro di 5 per mille

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

In quattro anni le cifre devolute al Bo con il 5 per mille sono diminuite di quasi centomila euro sprofondando al 104esimo posto delle preferenze. Gli anni presi in considerazione sono quelli tra il 2009 e il 2012 per via del ritardo del Fisco. Nello stesso arco di tempo sono altri importanti enti del territorio a essere più premiati: l’Istituto oncologico del Veneto guadagna 120mila euro e quattro posizioni in classifica (dalla 36 alla 32); l’Opera San Francesco Saverio (che comprende Medici con l’Africa-Cuamm) passa dai 423mila euro del 2010 ai 458mila di due anni dopo. Complice del calo sofferto dall’Università patavina, il proliferare delle onlus che ha ampliato il ventaglio di soggetti a cui destinare il 5 per mille.

Rosario Rizzuto e Paolo Tenti, i due candidati alle elezioni del prossimo rettore, sono concordi: c’è disaffezione da parte di padovani ed ex studenti nei confronti dell’ateneo ma il problema riguarda più la percezione del servizio offerto che la qualità dello stesso. Soluzioni? Migliorare la comunicazione e potenziare i rapporti con il territorio.

Tags: ,

Leggi anche questo