Regionali, Belluno: promesse di autonomia

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Durante un confronto pubblico, tenutosi al Teatro Comunale di Belluno, i 6 candidati alla presidenza della Regione hanno svelato le loro idee riguardo ad una possibile autonomia del territorio bellunese. L’opinione condivisa da tutti è che ci voglia un assessorato dedicato al bellunese, anche se le prospettive comuni sembrano fermarsi qui. Il confronto nel capoluogo dolomitico, organizzato da Confindustria Belluno, segue di un solo giorno la visita del premier Matteo Renzi a Trento, in cui ha promesso una cessione di autonomia ai territori montani.

Ci credono poco il candidato indipendentista Alessio Morosin  e Luca Zaia, che ricorda come  «questa compagine governativa, che è al potere dal novembre 2011, non ha fatto nulla per l’autonomia», invitando anche a ricordare le differenze che intercorrono tra la posizione di “specificità” e quella di “autonomia” di un territorio. Il fiore all’occhiello di Flavio Tosi, invece, consiste nel progetto di un «percorso costituzionalmente garantito per unire il Veneto al Trentino e al Friuli e costituire una macro-regione a statuto speciale», facendo leva sull’articolo 132 della Costituzione. Alessandra Moretti, dal canto suo, dopo aver attaccato sui mancati finanziamenti alla specificità bellunese da parte della giunta Zaia, ha lanciato i suoi programmi di finanziamento ai giovani e di promozione del brand “Veneto Unesco”, rivendicando la continuità istituzionale che la sua elezione in Regione porterebbe con l’attuale governo. Jacopo Berti fa leva invece sui tagli dei costi della politica, soprattutto di rimborsi e assegni di fine mandato, con i quali promuovere un programma serio di finanziamenti alle imprese e nuove infrastrutture sostenibili. Infine Laura Coletti, candidata ecologista di Altro Veneto, ha premuto il tasto della sostenibilità sottolineando la scarsità e  dispendiosità dei servizi di cui la provincia di Belluno dispone.

Tags: ,

Leggi anche questo