Sacconi: «No-Euro? Salvini incompatibile con Veneto»

«La Lega ha messo sottotono in questa campagna elettorale la sua principale proposta nella consapevolezza che possa essere incompatibile con l’interesse dei veneti. Eppure il “no-Euro” è l’essenza stessa del nuovo leghismo di Salvini che con i suoi parlamentari europei aderisce allo stesso gruppo in cui la signora Le Pen e altri contestano la moneta comune». Lo dichiara Maurizio Sacconi, presidente della Commissione lavoro del Senato.

«Mentre la vecchia Lega – aggiunge – era così europeista da affermare la tesi di una Unione a due velocità con un settentrione italiano inserito a pieno titolo nella fascia europea più dinamica. È ragionevole pensare che il Veneto abbia una guida politica no-Euro? È evidente che lo sviluppo della Regione si collega invece intimamente al ruolo che essa può svolgere in una Europa integrata perché la sua stessa collocazione geo-economica la candida a svolgere funzioni di interesse europeo. Altro che no-Euro!»

Tags: ,

Leggi anche questo