Sinti, AltroVeneto: Vicenza aiuti indigenti

«La fermezza del Comune di Vicenza nei riguardi delle famiglie in stato di indigenza è incostituzionale». Così Irene Rui, responsabile delle politiche per stranieri e minoranze del Prc e candidata per “L’Altro Veneto. Ora! Possiamo” Vicenza. «Più volte -si legge in una nota – si è ribadito che se non ci sono soluzioni diverse da quella classica del contatore per ogni famiglia del Ghetto Sinti Cricoli, le famiglie non sarebbero e non sono a tutt’oggi in grado di pagare l’energia elettrica erogata da AIM. Energia indispensabile per i bisogni primari di quei cittadini. Variati vuole infatti, chiudere l’area, recentemente e discutibilmente ristrutturata, di Viale Cricoli portando le famiglie all’esasperazione e in uno stato di emergenza sanitaria e alimentare, tanto da indurle a trovare ulteriori soluzioni abitative».

Nel comunicato si precisa che le famiglie vorrebbero pagare le bollette ma non sono in grado di far fronte alla rata. Si chiede quindi che l’amministrazione torni ad usare il sistema forfettario per l’erogazione di energia elettrica, «l’unico sistema -secondo AltroVeneto – per permettere a queste famiglie di poter pagarsi l’utenza senza pesare sui servizi sociali e conseguentemente sui loro concittadini».

 

Tags: ,