Vicenza, nomadi pagano 3 bollette su 15

Delle quindici famiglie di nomadi che vivono attualmente al campo di Via Cricoli a Vicenza, sono solo tre quelle che ad oggi hanno pagato la prima rata per  il debito pregresso per l’utilizzo dell’elettricità, rispettandone la scadenza. Per le altre dodici sembra in arrivo la linea dura: riduzione dell’85% della corrente, e sospensione totale se entro 15 giorni non avranno saldato il conto.

Palazzo Trissino non rilascia alcun commento, ma secondo il Giornale di Vicenza, non esistono le condizioni per concedere le tariffe forfettarie che i nomadi chiedono. L’accordo siglato pochi mesi fa con Aim prevedeva l’impegno a saldare le bollette non pagate nel 2014, un debito che si attesta attorno ai 60mila euro. A pagare la prima rata sono state tre famiglie, le altre l’hanno saltata senza rispondere ai solleciti. Ora l´elettricità è stata ridotta al minimo, con le dodici famiglie che non hanno pagato che avranno a disposizione solo il 15 per cento della potenza per le ultime due settimane.

Tags: ,

Leggi anche questo