Venezia, 2 mila al corteo No grandi navi

Buon successo di partecipazione per la marcia contro le grandi navi a Venezia, che ha visto circa 2 mila persone (erano 3 mila secondo gli organizzatori, mille duecento per la questura) sfilare da campo Santa Margherita a Campo Sant’Angelo. Il cuore della protesta è sintetizzabile nel rifiuto del transito delle grandi navi lungo il bacino di San Marco e nel contemporaneo no allo scavo del canale Contorta. Il traffico delle crociere, secondo gran parte dei manifestanti, dovrebbe invece fermarsi alle bocche di porto del Lido.

Molto nutrita anche la partecipazione dei leader politici, tra cui il Movimento Cinque Stelle con il candidato sindaco di Venezia Davide Scano, Sel, Rifondazione comunista, l’Altro Veneto presente con il candidato governatore Laura Di Lucia Coletti, il Partito comunista dei lavoratori, Venezia Cambia con il candidato sindaco Giampietro Pizzo oltre al candidato sindaco di Venezia del centrosinistra Felice Casson. Il candidato sindaco sostenuto da Forza Italia, Luigi Brugnaro ha invece organizzato una contro manifestazione in difesa del mantenimento dell’attuale stazione Marittima e dell’arrivo a  Venezia delle navi tramite i canali di Malamocco e Vittorio Emanuele.