Vicenza, slittano cantieri grandi opere

A Vicenza slitta al 2016-2017 l’inizio dei lavori per tangenziale, Tav e Valdastico Nord. Si tratta di un «ritardo fisiologico» spiega Achille Variati al Giornale di Vicenza che annuncia di aver «ricevuto rassicurazioni da parte del Governo». Per quanto riguarda la bretella dell’Albera, il bando si è chiuso il 20 febbraio ma la gara è ancora in fase di «pre-qualifica» per via di un alto numero di domande. I lavori, assicura Variati, salvo imprevisti o ricorsi inizieranno nei primi mesi del 2016.

Il 2016 sarà anche l´anno della Tav. Il ministro alle infrastrutture Graziano Delrio «mi ha assicurato che la tratta Montebello-Vicenza è una delle priorità del Governo», ha detto il sindaco. «Iricav 2 a fine giugno consegnerà il progetto definitivo a Rfi che dovrà valutare tutti gli aspetti – ha ggiunto Variati -. A questo punto la documentazione sarà mandata al Comune per la pubblicazione a inizio settembre. Dovranno passare almeno 30 giorni e dunque inizierà la Conferenza dei servizi che resterà aperta alcuni mesi. Per questo l’autunno sarà il tempo delle riflessioni». Per quanto riguarda l’iter della Valdastico Nord, i tampi si allungano ancora: «nel 2017 si avvierà quindi il cantiere che durerà quattro anni. Dovrebbe concludersi per il 2021 o 2022».