Regionali, Tosi punta sui delusi

Il sindaco di Verona e candidato a governatore del Veneto, Flavio Tosi, allarga le proprie fila “pescando” tra i delusi di centrodestra e gli astensionisti veronesi. Maurizio Filippi, già segretario della sezione leghista di Borgo Roma-Golosine-Santa elenca le defezioni all’Arena: «Sono usciti (dalla Lega, ndr) una decina di iscritti dalla sezione di Borgo Roma, fra cui l’ex presidente dell’Amia Stefano Legramandi, e metà iscritti, fra cui io, di quella di Santa Lucia-Golosine, fra cui il presidente circoscrizionale Daniele Bernato e Domenico Francullo, presidente dell’Esu. E poi sono usciti metà iscritti della sezione di San Michele, fra cui il vicepresidente di Amia Marco Olivati. Siamo tutti con Tosi».

A sostegno di Tosi anche tre centristi membri del Consiglio comunale: il vicesindaco Stefano Casali e gli assessori Anna Leso e Luigi Pisa. Ci sono poi la componente della Destra sociale, che fa riferimento all’ala della Lista Tosi di Progetto Nazionale (con il capogruppo in Comune della Lista Tosi, Massimo Piubello, e il presidente dell’Amia Andrea Miglioranzi) e il presidente di Acque Veronesi Massimo Mariotti per la lista Il Veneto del Fare. Un fronte sfaccettato che potrebbe evolversi in un progetto politico più ampio.

Tags: ,

Leggi anche questo