Venezia, effetto Biennale: categorie soddisfatte

Soddisfazione tra le categorie commerciali veneziane per l’effetto Biennale innescatosi dopo la prima settimana di inaugurazioni e feste appena trascorsa. In primo luogo gli albergatori, i ristoratori e i baristi, così come i negozianti che hanno lavorato bene grazie all’ottima capacità di spesa delle 40 mila presenze fisse al giorno.

Gli alberghi, prenotati con mesi di anticipo, hanno sfiorato il tutto esaurito e anche trovare un posticino nei ristoranti prima delle 23 non si è rivelata missione semplice. Tutti i palazzi disponibili dove allestire padiglioni, mostre ed eventi collaterali sono stati affittati ma sono andati a ruba anche gli appartamenti per i vernissage o per chi non aveva trovato posto in albergo.

Dell’afflusso particolarmente elevato di turisti e pendolari arrivati ieri ne ha sofferto in particolare la viabilità e la flotta di battelli Actv, che ha dovuto sopportare una nuova onda anomala di passeggeri, così come i garage di Piazzale Roma, arrivati al completo già verso metà mattinata.