BpVi, dimissioni confermate per Sorato

Samuele Sorato lascia gli incarichi di consigliere delegato e direttore generale della Banca Popolare di Vicenza. Una risoluzione «consensuale» quella tra il manager e l’istituto presieduto da Gianni Zonin. Le dimissioni di Sorato sono state accettate dal Consiglio di amministrazione della banca. Le sue deleghe saranno attribuite temporaneamente al Comitato esecutivo. Il Cda ha ringraziato Sorato per anni di lavoro trascorsi nella banca.

Come reso noto da un comunicato di BpVi, nella seduta odierna il Consiglio di Amministrazione ha preso atto della lettera ricevuta dalla BCE in data 7 maggio, con la quale è stato comunicato che il requisito patrimoniale minimo in termini di CET1 ratio è stato portato al 10,3% dal precedente 11%. Il requisito minimo in termini di Total capital ratio è stato mantenuto all’11%. Quanto sopra è riconducibile alle valutazioni svolte dalla BCE in merito al recepimento nel bilancio 2014 delle rettifiche di valore su crediti legate all’esercizio di Asset Quality Review.