BpVi, divorzio Zonin-Sorato: oggi cda decisivo

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Oggi alle 15 è convocato il consiglio d’amministrazione di Banca popolare di Vicenza. Sarà una riunione decisiva che dovrà sciogliere il nodo delle clamorose dimissioni del consigliere delegato Samuele Sorato, 54 anni, da 13 anni manager in Popolare di Vicenza. sulla vicenda c’è un totale riserbo: «nessun commento per nessuno motivo», sono le uniche parole che ha detto ieri il presidente Gianni Zonin. Secondo quanto filtrato da BpVi, Sorato non parteciperà alla riunione e formalizzerà oggi stesso le sue dimissioni con una lettera.

Restano oscure le motivazioni dietro il gesto del manager. Da un lato c’è chi parla di un rapporto personale con Zonin incrinatosi negli ultimi mesi, per via degli esiti degli stress test, la perdita di 758 milioni sul bilancio 2014 e la svalutazione delle azioni che ha fatto lievitare i malumori dei soci con tanto di esposto alla procura di Vicenza da parte delle associazioni dei consumatori. L’altra indiscrezione punta invece sull’ispezione Consob sulle operazioni incrociate di finanziamento e sottoscrizione di azioni scattata il 22 aprile, operazioni la cui responsabilità sarebbe finita sulle spalle di Sorato, nel suo ruolo di amministratore delegato.

Tags: , ,

Leggi anche questo