Tagli, Variati: «sforeremo patto stabilità»

«Se lo Stato ci facesse mancare l’ossigeno, se fossero messi a rischio i servizi, le strade, le scuole, l’ambiente, siamo pronti ad azioni forti di disobbedienza: tra queste anche lo sforamento del patto si stabilità». Lo dice il sindaco di Vicenza Achille Variati a margine dell’approvazione da parte del Consiglio provinciale del bilancio consultivo 2014. L’anno precedente si è chiuso con un un avanzo di 40 milioni, 25 milioni dei quali sono però vincolati per le opere pubbliche riducendo così l’attivo a 15.730.423 euro. Somma che, fa sapere Variati, «con un prossimo decreto lo Stato ci chiederà di ritorno». Per il 2015 «lo Stato – continua il presidente dalla Provincia – ci chiede 26 milioni di euro. Il bilancio reale di gestione non è in equilibrio: si spende più di ciò che entra».

«Le Regioni debbono occuparsi delle competenze delegate, a noi devono rimanere solo le funzioni fondamentali – sottolinea Variati criticando la riforma Del Rio sulle province -. Lo Stato non può pensare di continuare a chiederci di versargli cifre insostenibili». Se nulla cambierà, dunque, la Provincia è pronta a sforare il patto di stabilità. Sulle barricate anche i sindaci di Brendola, Fara Vicentino, Monte di Malo e Creazzo.

Tags: , ,

Leggi anche questo