Treviso, 3 mila clienti per massaggi hot

Alberto Mason, trevigiano di 61 anni, gestiva un “particolare” centro massaggi a Loreggia (Padova). Nell’Aprile scorso è finito agli arresti domiciliari per favoreggiamento, induzione e sfruttamento alla prostituzione. Mason cercava, attraverso annunci online o sui giornali, una decina di massaggiatrici disposte a tutto, dietro regolare compenso. Un vero e proprio giro di prostituzione scoperto grazie alla segnalazione di una vera massaggiatrice presentatasi al “colloquio” di lavoro.

I clienti, provenienti da tutto il Veneto, potevano consumare rapporti in ambienti riservati, pagando dai 100 ai 200 euro mentre le squillo incassavano al netto circa 40 euro. Delle telecamere installate dai carabinieri hanno documentato almeno 90 rapporti in meno di due mesi. D’altronde in centro massaggi si pubblicizzava su Facebook come «Luogo ideale per i vivere appieno i tuoi momenti di relax, anche in dolce compagnia. Nel nostro percorso wellness potete rilassarvi e creare presupposti per passare piacevoli momenti con altre persone che hanno la vostra stessa visione in quel mondo particolare che è la sensualità… Tutto è permesso ma nulla è obbligatorio»

Tags: ,

Leggi anche questo