Vicenza, Basilica listata a lutto contro Isis

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

La Basilica Palladiana di Vicenza sarà listata a lutto da venerdì 15 a domenica 17 maggio. Un drappo nero, alto 14 metri e largo 2, che riporterà lo slogan “La Bellezza non si distrugge. Salviamo i Siti Unesco, Patrimonio dell’Umanità”, borderà il monumento simbolo della città, per testimoniare lo sgomento di fronte alla sistematica e brutale distruzione di beni storico-culturali in Medio Oriente, molti dei quali inclusi nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità, ad opera dell’Isis.

L’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco, di cui Vicenza fa parte, ha infatti deciso di aderire all’iniziativa internazionale “#unite4heritage” per manifestare il cordoglio per le vittime civili e lo sdegno della comunità internazionale per lo scempio di un patrimonio che rappresenta l’identità culturale di un intero popolo e appartiene all’umanità. «È un importante atto simbolico, un gesto politico, non solamente culturale, la lotta a viso aperto contro la logica intimidatoria di fanatici che sotto il vessillo dell’Isis distruggono siti archeologici e capolavori d’arte di un passato millenario – commenta il vicesindaco e assessore alla crescita Jacopo Bulgarini d’Elci – .È inaudito che i monumenti si scoprano d’improvviso vulnerabili per mano di gruppi armati che giocano l’alibi offerto dalla fede e che sono portatori di una visione del mondo inaccettabile. Chi distrugge il passato ha un’aberrante idea del presente ed è fautore di un futuro inquietante».

Tags: , ,

Leggi anche questo