Pasubio Group, Comuni pronti a vendere a privati

La Pasubio Group, ente gestito da otto comuni dell’Alto Vicentino che si occupa della distribuzione del gas, è destinata ad essere ceduta in mano ai privati. La recente intensificazione di problemi di natura economica che hanno reso necessari diversi interventi dei Comuni per arginare le perdite, ha convinto ad avviare le procedure per vendere le quote societarie. I Comuni soci, che sono Schio, Brendola, Malo, Montecchio Maggiore, Monteviale, Thiene, Torrebelvicino e Valdagno potrebbero guadagnare dalla cessione complessivamente una cifra che va dai 25 ai 35 milioni di euro, da ripartirsi in base alle quote di proprietà. «È una scelta condivisa tra tutti – spiega il sindaco di Schio Valter Orsi al Giornale di Vicenza – che comporta un valore non solo economico, ma anche strategico».

La cessione dovrà essere attuata prima della nuova gara per l’assegnazione del servizio di distribuzione tra le valli Astico, Leogra e Timonchio, area che comprende una quarantina di Comuni, per non rischiare di mettere in pericolo anche l’assegnazione. A gestire più da vicino la futura cessione di Pasubio Group sarà il Comune di Schio, che ha già sostenuto la necessità di inserire vincoli inderogabili ai privati che acquisteranno la società di distribuzione del gas. Prima su tutti la conservazione del posto di lavoro per i dipendenti ma anche un prezzo base di vendita non inferiore al valore patrimoniale netto dell’azienda. I Comuni inoltre resterebbero proprietari della rete e degli impianti per la distribuzione, controllati tramite la società parallela Pasubio Rete Gas.

Tags: ,