Treviso, solo 5% di immobili anti sismici

Secondo un’indagine realizzata dal progetto “Azione sismica 9.29”, organizzato dall’Ordine degli Ingegneri di Treviso, il 95% delle costruzioni nella pianura di Treviso è privo di qualsiasi criterio anti sismico.  Nella Marca i 45 comuni della Pedemontana, zona inserita a livello di sismicità 2, cioè media, hanno iniziato a costruire con criteri antisismici dalla metà degli anni Ottanta mentre nella pianura trevigiana, che è stata inserita al livello 3 di sismicità bassa, le direttive antisismiche sono state recepite solo 10 anni fa.

«Questo significa – illustra al Corriere del Veneto il responsabile del progetto Roberto Netto – che nelle zone inserite solo di recente in area sismica, gli edifici sono meno adeguati. Sui fabbricati strategici, dalle scuole agli edifici pubblici, sono stati fatti dei miglioramenti e delle verifiche, ma da lì a definirli antisismici ce ne passa. L’importante è individuare gli immobili a maggior rischio e da lì progettare un piano d’intervento: entro il 2009 la Regione doveva raccogliere i dati di tutti gli stabili “sensibili”, come scuole, asili, anche chiese».

Tags: ,

Leggi anche questo