Benetton presenta l’Italia che ci crede ancora

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Apre lunedì a Torino, alla Fondazione Re Rebaudengo, la raccolta di Imago Mundi dedicata al nostro Paese. La collezione, ideata da Luciano Benetton, comprende 420 opere e due cataloghi che la renderanno visibile in tutto il mondo. Si chiama “Praestigium“, e raccoglie il prestigio d’Italia: la sua arte, la sua capacità di reagire e di essere positiva. Luciano Benetton commenta «parte dall’orgoglio per le nostre radici culturali ma intende essere, soprattutto, la rappresentazione orgogliosa di un nostro possibile futuro, artistico, sociale, morale al tempo stesso». Gli artisti sono stati selezionati in tutto il Paese e sono stati scelti in base al loro lavoro e non alla notorietà.

Ci saranno anche molti nomi stranieri come Mikayel Ohanjanyan, artista della diaspora armena, tra i partecipanti al padiglione Armeno premiato pochi giorni fa con il Leone d’oro alla Biennale di Venezia. Un altro motivo di orgoglio per Benetton è la presenza femminile che «testimonia l’impegno e la rapida crescita delle donne italiane nella società come nella cultura. Questa è anche la loro Italia. L’Italia di chi nonostante tutto ci crede». La collezione ha partecipato alla Biennale di Venezia e a rassegne e mostre in diversi Paesi. Ogni artista selezionato riceve una tavoletta 10×12 e la restituisce con la propria libera espressione artistica. A settembre arriverà anche a Venezia.

Tags:

Leggi anche questo