Ford: studio su stress tragitto casa-lavoro

Ford ha diffuso i dati di un nuovo studio, condotto su un campione di 5.500 cittadini di 6 città europee (Roma, Barcellona, Berlino, Londra, Madrid e Parigi), che evidenzia l’andamento dei livelli di stress riguardo i tempi e le modalità del tragitto casa-lavoro. Lo studio ha evidenziato che 1 intervistato su 3 ritiene che il tragitto casa-lavoro stia diventando sempre più stressante, mentre 1 su 4 considera la durata del percorso sempre meno prevedibile.

Dalla ricerca è emerso che per il 26% degli intervistati il tragitto-casa lavoro è più stressante del lavoro stesso. In particolare a Roma, lo stress è talmente alto da essere paragonato a quello causato da un trasloco. A Londra, invece, gli intervistati paragonano lo stress del tragitto a quello di una visita dal dentista.

Il 63% del campione dice di arrivare in ritardo al lavoro almeno una volta al mese a causa di rallentamenti ed eventi imprevisti, il 27% è in ritardo almeno 3 volte al mese, e il 15% parte da casa con almeno 30 minuti di anticipo rispetto all’orario ideale. In generale, solo il 19% ritiene che i propri spostamenti non siano stressanti, con un dato che scende al 10% tra gli under 24.

Tags:

Leggi anche questo