Trissino (Vi), Cassazione accoglie ricorso Bicego

La Cassazione ha accolto il ricorso presentato da Marco Bicego e del consulente Alberto Fontana entrambi indagati dalla procura di Vicenza per una presunta evasione fiscale del colosso orafo vicentino “Marco Bicego spa” di Trissino. I giudici della suprema corte hanno quindi annullato l’ordinanza che imponeva il sequestro dei beni dell’azienda. L’ipotesi al vaglio della procura è che la sede statunitense, la “Marco Bicego Usa inc.”, fosse un’esterovestizione, cioè una società italiana, con un abito formale americano per pagare meno tasse. Ma gli avvocati della difesa hanno puntualizzato che quest’operazione non avrebbe avuto senso dato che la tassazione nel Delaware è del 34 per cento contro il 27 per cento italiano, e che si tratta di una ditta vera e propria dotata di una sua autonomia, non di una succursale.

Tags: ,

Leggi anche questo