Segafredo, tutto pronto per debutto in Borsa

Massimo Zanetti Beverage, gruppo industriale trevigiano proprietario, tra gli altri, del marchio Segafredo, protagonista di un ottima crescita nell’export negli ultimi anni, si prepara alla quotazione in Borsa. Nei dati allegati al prospetto d’offerta spiccano i 781 milioni di euro di ricavi realizzati nel 2014, grazie a 2.957 dipendenti, 54 società controllate e 393 caffetterie in tutto il mondo, con i marchi Segafredo, Chock Full O’ Nuts, Puccino’s e BoncaféVino.

Ancor più di tutto questo, tuttavia, a garantire l’iscrizione sul segmento Star della borsa è l’ottimo consolidamento nei mercati di Stati Uniti, Francia, Finlandia, Germania e Austria, oltre ovviamente all’Italia.  L’offerta, divisa in una parte di cessione di azioni per 4,3 milioni e un’altra di aumento di capitale di 6,3 milioni,  prevede di collocare sul mercato circa 11 milioni di azioni sui 28 totali in mano a Mz Industries della famiglia Zanetti, che dovrebbe diminuire le sue partecipazioni fino al 67,9 (o al 64,4%). L’offerta globale avrà inizio il 18 maggio 2015 e terminerà il 28 maggio 2015.

Secondo il Corriere del Veneto la quotazione sarebbe destinata a vincoli ed operazioni nell’ambito dell’ acquisizione, realizzata ad agosto 2014, di Boncafé, il gruppo di Singapore con otto società tra Sud Est Asiatico, India ed Emirati Arabi, che in cinque mesi ha contribuito su ricavi e utile operativo per 15,2 e 1,1 milioni di euro.

Tags: ,