Ue, 70 milioni per efficienza alberghi veneti

L’Unione Europea ha stanziato 70 milioni per interventi di ristrutturazione degli alberghi veneti in chiave di sostenibilità edilizia ed efficienza energetica. La regione più visitata d’Italia dovrà puntare proprio su questi temi all’avanguardia per aumentare il proprio appeal e soprattutto la competitività verso tutto il mondo. La notizia è stata ufficializzata nell’ambito del convegno “Smart Hotel. L’efficienza energetica entra nel settore del turismo“, organizzato a Padova da Ance (l’associazione dei costruttori) e Rödl & Partner.

 «L’edilizia sostenibile è stata riconosciuta dalla Commissione europea come uno dei sei “lead market” del futuro – spiega Luigi Ometto, presidente di Ance Padova -, cioè i mercati con grandi potenzialità di sviluppo anche in termini di occupazione, insieme alle energie rinnovabili e al riutilizzo dei materiali». Non meno importanti sono i vantaggi che il sistema porta anche agli operatori turistici. «Gli incentivi ci sono — sintetizza Anna Maria Desiderà di Rödl & Partner — mi riferisco ai Certificati Bianchi, al Conto Termico, al credito d’imposta del 30% delle spese sostenute per interventi di ristrutturazione edilizia previste dal decreto Cultura e agli incentivi di natura fiscali, quali gli eco bonus. Che prevedono il 65% di detrazioni per interventi di riqualificazione energetica e il 50% per le ristrutturazioni»

Tags: , , , , , , ,

Leggi anche questo