Verona, parroci contro mons. Zenti

Il vescovo di Verona Monsignor Giuseppe Zenti ha suscitato la polemica ed il discostamento di due preti veronesi (don Roberto Vinco e don Marco Campedelli) dalla sua posizione, da quando ha raccomandato ai candidati alle elezioni regionali attenzione su poveri e scuole paritarie cattoliche. Ma soprattutto da quando ha menzionato la candidatura di Monica Lavarini per la lista Zaia presidente, in quanto la Lavarini condivide la sua stessa posizione.

«Sono prete da 45 anni e non è mai capitato che un vescovo intervenga nelle elezioni indicando un nome e un cognome di un candidato. – Dichiara don Vinco in un intervista a Rai 3 – Tanto più di un candidato che si presenta per Zaia, un uomo della Lega di Salvini, partito che dal punto di vista evangelico dice delle vere e proprie bestemmie. Un partito che vuole cacciare le persone, invece che accoglierle». Don Marco Campedelli, docente e collega di don Vinco dichiara a Rai 3: «Una vicenda come quella del vescovo Zenti risulta ancora di più stonata nel contesto di una Chiesa come quella che papa Francesco sta ridisegnando, nel suo stile culturale e pastorale».

Tags: ,