Verona, gruppo Tosoni guarda all’estero

Il gruppo Tosoni di Villafranca (Verona) sta cercando di portare a termine un importante rafforzamento patrimoniale per provare a riemergere dalla crisi internazionale da cui il settore edile è rimasto travolto. Secondo un articolo da l’Arena di oggi, un importante gruppo arabo si sarebbe fatto avanti per investire sul ramo Costruzioni del gruppo, che comprende le società Cordioli&C, Officine Lino Tosoni e Far Systems.

Un’ offerta che potrebbe svincolare definitivamente il gruppo dal mercato italiano per rafforzare la presenza all’estero. I cantieri affidati a Tosoni in Italia vivono infatti tempi difficili: quasi tutti bloccati a causa di mancanza dei fondi o per inadeguati finanziamenti statali o ancora per contenziosi con fornitori e ritardi nei pagamenti hanno costretto da tempo il gruppo a cercare di aprirsi qualche spiraglio all’estero.

Attualmente sono in fase di costruzione da parte della Cordioli&C un nuovo stadio per una squadra francese di rugby nella zona La Défense di Parigi. Inoltre è prevista la realizzazione della nuova stazione ferroviaria Calatrava a Mons in Belgio, oltre ad alcuni ponti a Bordeaux, il centro culturale della Fondazione Stavros Niarcos, situato di fronte al porto di Atene e progettato dallo studio di architettura di Renzo Piano, e ancora il King Abdullah Financial District nella città di Riyadh, in Arabia Saudita, proprio dove alcuni investitori si starebbero facendo ingolosire dal Gruppo.

Tags: ,